Dovete nascere di nouvo

Gesù ci dice che le porte del cielo ci sono chiuse, a meno che non rinasciamo. Quindi, chediamo: Amico,  sei rinato? Altrimenti, tu sei perduto. Perché Gesù disse: se un uomò non è nato di nuovo non può vedere il reguo di Dio. (Giovanni 3.3)

Forse ti domandi, “Cosa significa nascere di nuovo?” Nei nostri giorni ci sono molte incomprensioni su questo soggetto. Non é il battesimo, perchè alcuni furono battezzati, però non erano nati di nuovo. (Atti 8.18-25). Non significa far parte di una chiesa, perché certi ci sono entrati indegnamente (Galati 2.4). Non è nemmeno prendere la comunione, perché alcuni hanno presa indegnamente, portando giudizio su se stessi. (1 Cor 11.29) Non è nemmeno una riforma morale o cercare di vivere più onestamente, perché Io vi dico molti, cercheranno di entrare e non potranno.” (Luca 13.24) Non è pregando, perchè Gesù dice : Questo popolo mi onora con le labbra, ma il cuore loro è lontano da me (Matteo 15.8)

Qualcuno potrebbe dire se cerco di fare tutto ciò che posso, dare ai poveri, visitare gli ammalati, essere buono ogni giorno il meglio che posso, certamente sono nato di nuovo. (Matteo 25.41-45) Noi non possiamo essere quello che non siamo: Poichè ciò a cui la carne ha l’animo è inimicizia contro a Dio, perchè non è sottomesso alla lege di Dio e neppure può esserlo (Romani 8.7) Dobbiamo cambiare il cuore. Poichè Dio per i profeti dice  “E vi darò un cuor nuovo” (Ezechiele 36.26)

“Allore cosa è la nuova nascita?” La nuova nascita consiste in un cambiamento di cuore dove una vita egoista si cambia in un altra che serve Iddio. La quale incomincia quando sentiamo il rimorso per i nostri peccati, e con fede guardiamo a Gesù per il perdono. Quando un bambino nasce una nuova vita apparisce, una nuova persona nella carne. Cosi pure quando siamo nati di nuovo una nouva vita in Gesù Cristo secondo lo Spirito apparisce. Questa dunque è chiamata una nuova nascita - una nuova vita in Gesù Cristo. Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa, come alcuni reputano che faccia, ma Egli è paziente verso noi, non volendo che alcuni periscano, ma che tutti giuncano a ravedersi. (2 Pietro 3.9)

Testo completo di: Dovete nascere di nouvo

“Quando posso aspettarmi di rinascere?” La scrittura dice: Oggi se udite la sua voce (Ebrei 3.7)

Questo significa che in ogni età, in ogni tempo, in ogni luogo, se udite la sua voce e rispondete, voi potete avere la nuova nascita nello Spirito.

Quando tempo questo prendera? Non devo crescere fino alla nuava nascita? No noi quando nasciamo nel regno di Dio e ci fa suoi figli e eredi. “E se siamo fighiuoli siamo anche eredi di Dio e coeredi con Cristo” (Romani 8.17) Questo può avere luogo nel momento che voi venite a Gesù Cristo per attenere perodono.  “Come e quando lo riceviamo?” Dio che guarda il cuore, vede la vostra sincerità. Lui viene a voi attraverso la potenza dello Spirito-Santo e crea in voi uno spirito ben dispoto. (Salmo 52.12) Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura, le cose vecchie sono passate; ecco, son diventate nuove (2 Corinti 5:17)

Finalmente “come posso sapere d’essero nato di nuovo?” Paolo nell’epistola ai (Romani 8.1-10) insegna “Ma se uno non ha lo Spirito di Cristo, egli non è di Lui.” La bibbia insegna che i perduti son morti nel peccato, condannati, avendo una male coscienza e uno spirito carnale. Disubbidienti senza speranza e senza Dio nel Mondo. Ma, un cristiano nato di nuovo è un figlio di Dio, salvato, senza condannazione e ha una buona coscienza. E in più è  anche spirituale, pieno di Spirito Santo e fede, avendo la speranza della vita eterna. I suoi peccati sono cancellati dal sangue di Gesù. Il suo cuore è pieno dell’amore e la pace di Dio che supera la comprensione umana. Ama, desidera, e ha il potere di fare la volontà del Signore. Gioisce di una speranza altre la tomba, e la promessa di una dimora nel cielo. Può alcuno passare a traverso un tale cambiaento e non rendersene conto? Sarebbe difficile. “Lo Spirito stesso attesta insieme al nostro spirto, che siamo figliuoli di Dio.” (Romani 8.16)

Se non avete fatto questa esperienza con la pace e la gioia che porta nell’anima, non riposate tranquillamente, poichè voi giocate con Dio e la vostra stessa anima. Bisogna nascere di nuovo.  

Contattaci

Ordina i volantini

Un Salvatore per te

The prodical son asking his father for his inheritance

Sei tu una persona felice? La paura e la colpevolezza del peccato può togliere la tua felicità. A volte ti domandi: “come posso essere felice?”

Sei tu una persona felice? La paura e la colpevolezza del peccato può togliere la tua felicità. A volte ti domandi: “come posso essere felice?”

Ho una buona novità per te! C’è qualcuno che può perdonare i tuoi peccati e darti una durativa felicità. Il Suo nome è Gesù, permettimi di parlarti intorno a Lui.

Suo Padre, Iddio, è Colui che fece il mondo, e tutto ciò che contiene. Lui fece te e me.

Testo completo di: Un Salvatore per te

Iddio ci ama. Egli ama tutti in questo mondo. Iddio ci ama tanto che mandò Gesù, il Suo unigenito Figliuolo in questo mondo. Quando Gesù era in questo mondo sanò gli infermi e consolò coloro che erano tristi. Lui aprì gli occhi dei ciechi. Insegnò molte cose alla gente.

Gesù voleva che comprendessimo il grande amore che Suo Padre ha per noi, per questo raccontò questa storia che spiegava l’amore di Suo Padre. Puoi leggere questa storia nella Bibbia nell’evangelo di San Luca 15.11-24.

Un certo uomo aveva due figliuoli. Pensava che tutto andasse bene. Un giorno uno dei suoi figliuoli si ribellò, venne a lui e gli disse: “non mi piace più questo luogo. Voglio prendere il mio cammino; e adesso me ne vado, parto. Dammi la parte della mia eredità.” Il padre fu molto rattristato, però non di meno gli diede il denaro e lo lasciò partire. Domandandosi se avrebbe mai più rivisto suo figlio.

Il figlio partì in un paese lontano, divertendosi con i suoi soldi e con i suoi amici. Sperperando il suo denaro in un modo egoista, pensando che stava avendo un piacevole tempo, fino a che i suoi soldi finirono, e i suoi amici lo lasciarono. Allora si trovò solo e nel bisogno. Adesso cosa avrebbe fatto?

Allora andò da un agricoltore per lavorare il quale lo mando a pascolare i maiali. Lui non gli dava sufficiente cibo da mangiare. Aveva tanta fame che avrebbe mangiato il cibo dei maiali. E incominciò a pensare il male che aveva fatto e come aveva maltrattato suo padre, e divenne sempre più miserabile.

The prodigal son feeding the pigs

Un giorno si ricordò come amorevole fosse suo padre e alla buona vita che aveva goduto quando stava con lui, e come i servitori di suo padre avevano cibo in abbondanza.

E pensò, “potrei io ritornare da mio padre dopo tutto ciò che ho fatto? Mi amerebbe ancora? Io non son degno di essere suo figliuolo. Io sono pronto a essere solo un servitore se lui sarà disposto a riprendermi”.

Con questo proponimento si levò e s’incamminò verso la casa di suo padre. Per vedere se l’avrebbe perdonato.

Suo padre che desiderava rivedere ardentemente il figliuolo fin dalla sua partenza, molte volte si domandava: “ritornerà un giorno?” Un giorno vedendo da lontano qualcuno che si avvicinava, pensò; potrebbe essere mio figlio? E quando riconobbe che era lui, gli corse incontro a braccia aperte.

“Padre,” disse il figlio “ho peccato contro te. Non son più degno di essere tuo figlio”.

Però il padre disse ai suoi servitori, “portate i migliori abiti per lui e preparate una festa. Mio figlio era perduto ma ora è stato ritrovato”.

The father welcoming the prodigal son home

Tutti siamo come questo figlio tutti ci eravamo allontanati da Dio nostro Padre. Abbiamo perso le opportunità e ci siamo ribellati contro di Lui e vissuto egoisticamente. Oggi il nostro Padre celeste ci invita a venire a Gesù che ci sta aspettando a braccia aperte.

Gesù mostrò il Suo amore dando la sua vita, come sacrificio per i nostri peccati e i peccati dell’intera umanità. Lui soffrì dolore e rifiuto lasciando che uomini malvagi lo inchiodassero su una croce. Per la potenza di Dio risuscitò dai morti e ora vive in eternità.

Vieni a Gesù a domandargli di perdonare il tuo peccato. Quando vedrà che ti sei pentito per il male che hai commesso, Lui ti perdonerà e cancellerà tutti i tuoi peccati col suo sangue prezioso che versò. Sarà una esperienza gloriosa! Tu sarai una nuova persona. La vita assumerà un nuovo significato. Gesù rimpiazzerà la tua colpa e timore con gioia e felicità. Lui sarà il tuo Salvatore.

Contattaci

Ordina i volantini

Dopo la Morte?

In questo momento siete vivi, respirate, vi muovete o lavorate. Forse avete una vita agiata, o al contrario state vivendo una vita difficile, miserabile? Il sole sorge o tramonta; sulla Terra, in qualche parte un fanciullo nasce; in qualche altra parte qualcuno muore.

LA VITA È SOLO UNA

SISTEMAZIONE TEMPORANEA,

PERÒ

DOVE SI VA DOPO LA MORTE?

Non importa se siete religiosi,

oppure non avete nessuna credenza religiosa,

in ogni modo questa è una domanda molto

Testo completo di: Dopo la Morte?

importante che necessita una risposta,

poiché dopo questa breve vita terrestre,

l’uomo va al suo destino eterno. (Ecclesiste 12.5)

Dove però?

Il cimitero dove sarete seppelliti non può seppellire l’anima vostra. Anche se il vostro corpo verrà cremato, il fuoco non potrà dissolvere la vostra anima. Se dovreste perire in alto mare, l’anima vostra non potrà annegare.

LA VOSTRA ANIMA NON MORIRÀ MAI!

IL CREATORE DEL CIELO E DELLA TERRA HA DETTO;

“TUTTE LE ANIME SONO MIE.”

Da qualche parte nell’aldilà la vostra anima, il vero vostro “io”, dovrà rispondere delle vostre azioni compiute dal vostro corpo quando eravate viventi; che siano buone oppure cattive. Leggere Ebrei 9.27.

Può darsi che adorate sinceramente.

Che potete avere rimorsi per le vostre azioni cattive.

Potete restituire ciò che avete rubato.

E sicuramente tutto questo e necessario.

PERÒ

Non potrete pagare per il perdono dei vostri peccati.

Il Dio del cielo, il giusto Giudice di tutta la terra conosce i vostri peccati come anche la vostra vita; niente è nascosto a Lui. Non potete mai entrare con i vostri peccati nella gloria del mondo futuro.

Però questo Celeste, Iddio è un Dio d’amore. Ha tracciato una via per la redenzione per la vostra vita e per la vostra anima. Non è necessario che voi siate condannati al fuoco dell’inferno e alla rovina eterna. Iddio mandò il migliore del cielo, Gesù Cristo in questo mondo per salvare l’anima vostra. Gesù ha preso su di Lui i vostri peccati, sulla croce del calvario, soffrì e morì. Dio diede il miglior del cielo come sacrificio per i vostri peccati “Egli è stato ferito per i nostri misfatti, fiaccato per le nostre iniquità; il castigamento della nostra pace è stato su di Lui e per i suoi lividori noi abbiamo ricevuta guarigione” (Isaia 53.5). Questa profezia fu annunziata molto prima della Sua venuta sulla terra.

Credete che Gesù vi ami? Lo pregate voi confessandogli i vostri peccati? Ripentitevi e credete che Gesù è il figlio dell’Iddio vivente, e Lui porterà la pace nelle vostre anime e vi dara la gloria della vita eterna dopo la morte. Solamente voi potrete essere sicuri di ricevere una dimora eterna, piena di gioia e conforto per le anime vostre.

Ha! però un abisso di dannazione e di fuoco eterno aspetta coloro che in questa vita rifiutiamo l’amore redentore di Gesù. Non ci sarà ritorno né salvezza dopo la morte. “Allora dirà a coloro della sinistra, andate via da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e i suoi angeli!” (Matteo 25.41). “E quel servitore disutile, gettatelo nelle tenebre di fuori ivi saranno pianto e lo stridor dei denti” (Matteo 25.30).

Dio nella Sacra Bibbia ci avverte dell’imminente giudizio finale di tutta la terra. Dio nelle Sacre Scritture e nelle profezie ci dà segni chiari concernenti le cose che procederanno il terribile giorno del giudizio.

Prima del suo ritorno ci saranno guerre, rumori di guerre, disperazione, perplessità fra la nazioni. Le quali si combatteranno l’una contro l’altra senza trovare il modo di risolvere i loro problemi. La Bibbia ci dice che la malvagità degli uomini peggiorerà, gli uomini non faranno caso all’avvertimento ma ameranno il piacere più che Dio. Non siamo noi aggi testimoni dell’adempiersi di questa profezia? Leggere Matteo 24.6-7, 12 & 2 Timoteo 3.4.

Ricordiamoci che il nostro giusto giudice non sarà influenzato per le nostre ricchezze o miseria, fama o ignoranza, razza o ceto o credenza. Un giorno compariremo davanti al nostro gran Creatore e Signore per essere giudicati, secondo le nostre azioni, Leggere Matteo 25.32-33.

Nell’eternità che ci aspetta non ci sarà orologio, né calendario, i secoli non ci saranno più. Il fumo del tormento dei peccatori e dei malvagi, si alzerà per l’eternità. Mentre nello stesso tempo la gioia, il canto, l’assoluta felicità e conforto dei riscattati non conoscerà mai fine. Scegliete ora! Ben presto sarà troppo tardi: “Ecco oggi è il giorno della salvezza” (2 Corinti 6.2, Matteo 11.28-30).

Contattaci

Ordina i volantini